Oggi è il mio 18 ° diaversario, questo è il gergo DOC per l'anniversario della mia diagnosi, pensavo che 18 anni con il diabete suonassero come un tempo Crescendo, la maggior parte delle persone che conoscevo avevano il diabete da quando ero io, perché la maggior parte dei miei D-amici avevano la mia stessa età e mi hanno diagnosticato nello stesso periodo di me (a 8 anni).Ora che sono più grande e ho avuto il privilegio di incontrare così tante persone meravigliose con il diabete, 18 anni non sembrano più così impressionanti! Conosco persone che hanno avuto il diabete da 30 anni, 40 anni, 50 anni - e l'estate scorsa ho incontrato un uomo che ha avuto il diabete da 85 anni!

La maggior parte delle persone che conosco hanno un'immagine nitida nelle loro menti di quando hanno ricevuto diagnosi di diabete

s. Quasi sempre conoscono l'anno, di solito il mese e talvolta il giorno. Ricordo molto chiaramente la mia diagnosi, anche se avevo solo 8 anni. Ricordo di essermi svegliato con un mal d'orecchio, lamentandomi con mia madre e chiedendo di restare a casa da scuola. Mi ricordo che ha deciso di portarmi dal dottore per ottenere il check-out. Ricordo di essermi seduto nella sala d'attesa dell'ambulatorio. Ricordo di aver ascoltato mia madre dire al mio pediatra che stavo andando in bagno molto. Ricordo la luce gialla del bagno dove il dottore mi disse di andare in modo da poter fare pipì in una tazza. Ricordo di aver aspettato a casa i risultati. Ricordo che la telefonata arrivò alle 4 del pomeriggio e ricordo che mia madre sfogliava le pagine gialle guardando gli ospedali dove mi portava. Ricordo che mio padre tornò a casa e ricordo che lo guardai mentre ero sdraiato sul divano nella nostra stanza bonus, e ricordo vividamente che ricordo di averlo detto, "Sono una ragazza diabetica adesso."

Dicembre 1993 - One un mese prima della mia diagnosi

Ricordo di aver iniziato a sentirmi nauseato. Ricordo il viaggio in ospedale e il modo in cui non potevo mangiare o bere niente tranne acqua prima di essere ammesso, ma non avevamo acqua in macchina e io ero molto sete. Ricordo l'Unità di terapia intensiva. Ricordo di aver vomitato tutto su me stesso e le infermiere. Ricordo il mio primo endocrinologo che stava ai piedi del mio letto, con mia madre alla mia sinistra e mio padre alla mia destra, che ci spiegano cosa diavolo è appena successo.

Il giorno dopo, ricordo di aver guardato l'orologio dal mio letto, dicendo alle infermiere cosa avrebbero fatto i miei amici a scuola quel giorno. Lettura, scrittura, matematica, ricreazione. Sono sicuro che è stato davvero divertente da ascoltare. Ricordo di dover andare in bagno in una piccola ciotola di plastica perché avevano bisogno di misurarlo per ... qualcosa. Chetoni? Che io non ricordi. Ricordo solo che odiavo farlo! Ricordo che i miei genitori vennero a farmi visita e ricordo il libro di esercizi È tempo di conoscere il diabete di Jean Betschart Roemer (che ho intervistato molti anni dopo!). Ricordo che le infermiere mi hanno insegnato a pungermi le dita e io ero terrorizzato. Penso di averli fatti fare almeno due o tre volte ciascuno prima di avere il coraggio di farlo da solo. Ricordo di aver iniettato l'insulina in un'arancia. E devo dirtelo, ricordo di aver pensato che la mia pelle e un'arancia erano molto, molto diverse.

Ricordo di essere stato dimesso dall'unità di terapia intensiva e di stare in una normale stanza d'ospedale. Ricordo che le infermiere mi svegliavano ogni quattro ore per testare il mio livello di zucchero nel sangue, e ricordo di essere stato molto emozionato quando è passato dal 300 al 200!Ricordo l'altra ragazza che era nella mia stanza. Aveva avuto diversi interventi al cuore e ha dovuto fare la pipì in una borsa perché non poteva camminare. Immagino che essere la sua compagna di stanza mi abbia dato un po 'di prospettiva sulla mia situazione.

Ricordo di essere stato dimesso e di andare a casa. Ricordo di andare a scuola lunedì, di non andare in classe ma per poter insegnare ai segretari il mio diabete. C'era anche il preside. Ho avuto un fantastico staff scolastico ed è una delle molte ragioni per cui penso di essere "normale e ben adattato" come ho fatto io. Ricordo di aver controllato il mio zucchero nel sangue davanti a tutti e ricordo il segretario che boccheggiava, "Sta cadendo!" Ma in realtà, stava solo guardando il conto alla rovescia dello strumento i 45 secondi necessari per ottenere una lettura (quelli erano i giorni!). Ricordo che ridevo e dicevo "No, no! È solo il timer!" Ricordo di aver chiamato la mia migliore amica Jenny e di dirle che mi era stato diagnosticato il diabete. Sua madre iniziò immediatamente ad acquistare Diet Coke per tenersi a casa loro, e Jenny ancora mi incolpa per la sua dipendenza da Diet Coke (io supplico il Quinto).

Estate 1994 - sei mesi dopo la mia diagnosi

Non ricordo molto dopo questo, in realtà. La diagnosi è una serie di ricordi molto chiara e distinta che si è verificata nell'arco di un periodo di forse cinque giorni.

I ricordi successivi si fondono tutti insieme: ricordo telefonate al dottore su chiamata a tarda notte. Ricordo che mia madre ha mescolato accidentalmente la dose del mattino e della sera una volta. Ricordo i miei genitori che discutevano se avevo bisogno o meno di uno spuntino. Ricordo il mio primo viaggio al campo e ricordo la mia prima iniezione di insulina nello stomaco. Non ricordo il mio primo basso livello di zucchero nel sangue, e non ricordo di aver odiato il diabete così tanto all'inizio. Anche se ricordo un capriccio di uno scoppio d'ira che è avvenuto quando avevo circa 12 anni, e mi ricordo di aver pianto di tanto in tanto quando un'iniezione di insulina faceva un pochino troppo.

Potrebbe sembrare strano, ma la maggior parte dei miei ricordi della mia infanzia non hanno molto a che fare con il diabete. Beh, forse un po '. Quando penso a scuola, ho solo pochi ricordi di diabete. Ricordo di aver detto alla mia insegnante di ginnastica che ero basso, così da poter uscire dal campo da tennis. Ricordo di aver fallito un sito di pompaggio di insulina e di aver sparato fino a 500 mg / dl pensando che stavo per morire o collassare o qualcosa del genere. Ricordo la mia amica Julia che si chinava per controllare l'ora della mia pompa per insulina. Ricordo che il mio amico Josh mi chiese se poteva provare una delle mie compresse di glucosio e lui amava . Ricordo anche che mi ha chiesto se potevi mettere l'eroina in una pompa per insulina. A cui ho risposto con cautela, "Suppongo ..."

Stranamente, non ricordo il diabete il giorno in cui ho preso la patente. Non ricordo il diabete a nessuno dei miei proms della scuola (anche se il ragazzo che mi ha preso era un PWD che avevo incontrato al campo del diabete, quindi, sai, c'è quello). Ricordo che avevo un abito da ballo in due pezzi, e la parte superiore era un corsetto, quindi abbiamo agganciato la pompa alla parte posteriore della gonna e se ne stava lì seduta.Questo è tutto ciò che ricordo. Non ricordo il diabete il giorno della laurea, anche se il nostro party per Senior Night ha coinvolto una quantità ridicola di gelati, caramelle e snack e sono abbastanza sicuro di aver fluttuato intorno ai 300 mg / dl per tutto il tempo. Non ricordo il diabete al mio primo appuntamento (OK, ancora una volta, tecnicamente una bugia dato che il mio primo appuntamento era il fratello di un ragazzo con diabete, e suo padre era l'ex presidente del nostro capitolo locale della JDRF, ma, sai, minore dettagli). E l'unica ragione per cui ricordo il diabete il giorno del mio matrimonio è perché sapevo che avrei dovuto blog su di esso.

Più vecchio ho avuto, tuttavia, più ricordo il mio diabete nella mia vita. Il diabete è diventato un "hobby" quando avevo circa 16 anni. Ho iniziato a essere coinvolto in attività di difesa del diabete. Ricordo di aver scoperto che ero stato selezionato per andare al congresso dei bambini della JDRF. Ricordo di aver incontrato Mary Tyler Moore. Ricordo di aver pensato sempre più alla mia mortalità. Ricordo di essere stato frustrato dal mio diabete all'università, e ricordo quanto non ricordassi come prendermi cura di me stesso. Ricordo come mi ha fatto conoscere gli amici e come mi ha fatto il mio primo lavoro, e ricordo come lentamente ho iniziato ad apprezzare il fatto che avevo il diabete, perché in realtà mi ha portato un po 'di bene nella mia vita. Ricordo come mio padre mi ha detto che il mio diabete mi ha dato uno scopo. Ricordo di aver pensato che fosse vero.

Ricordo anche la maggior parte delle mie diaversarie. Non credo che la data avrebbe lasciato un segno indelebile su di me se non fosse stato per il fatto che il primo era il giorno in cui mia madre alla fine ha detto che potevo farmi bucare le orecchie. Ora ascolta, avevo trascorso settimane lavorando su mia madre in modo che lei mi permettesse di farmi bucare le orecchie. Non riesco a ricordare quale fosse la ragione per cui mi impediva di farlo, ma ricordo che era molto insistente nel dire che non dovevo farmi bucare le orecchie. Ricordo quella notte in cui ero seduto in macchina, elencando (di nuovo) tutti i motivi per cui avrebbe dovuto farmi bucare le orecchie. Ricordo che la nostra macchina si fermò improvvisamente davanti al salone del piercing ed era così eccitata - e sì, ricordo persino quanto mi faceva male.

E così è iniziata la tradizione di celebrare le mie diaversarie. Non mi è nemmeno venuto in mente che, dopo diversi anni passati a farlo, altre persone potrebbero non voler celebrare le loro diaversarie. Ricordo che su altri diaversari i miei genitori includevano una carta con un piccolo regalo e al suo interno diceva qualcosa di dolce su quanto fossero orgogliosi della mia capacità di prendermi cura del mio diabete ogni giorno per l'anno passato. Questo è davvero il punto di celebrare la giornata, lo sai. Non è per celebrare il fatto che io ho il diabete . Avere colpi di diabete. Ma vivere bene con il diabete? Gestire le minuzie quotidiane di testare la glicemia, contare i carboidrati e dosare l'insulina? Hai una vita fantastica, non lasciare che il diabete ti trattieni e realizzi tutti i tuoi sogni?

È assolutamente da festeggiare!

Gennaio 2012 - 18 anni dopo la diagnosi

Quindi, se la tua diagnosi di diabete è stata il 27 gennaio, come me, o se è un altro giorno dell'anno o anche un giorno che non ricordi, diavolo felice anche a te!Ecco una lunga vita con molti ricordi felici.

Grazie Allison - l'invio di molti DOC ti piace a modo tuo!

Disclaimer : Contenuto creato dal team Diabetes Mine. Per maggiori dettagli clicca qui.

Disclaimer

Questo contenuto è stato creato per Diabetes Mine, un blog sulla salute dei consumatori incentrato sulla comunità dei diabetici. Il contenuto non è revisionato da un medico e non aderisce alle linee guida editoriali di Healthline. Per ulteriori informazioni sulla partnership di Healthline con Diabetes Mine, fare clic qui.